Il centrosinistra unito con Napolitano. Oggi alle 18 presidio davanti alla Prefettura in difesa della Costituzione.

Coro di sdegno nei confronti delle critiche di Berlusconi al Capo dello Stato sulla questione Englaro. Diverse forze del centrosinistra hanno deciso di aderire al presidio che si svolgerà questo pomeriggio alle 18 davanti alla prefettura, sulla base dell’appello lanciato da Arci e Cgil Toscana. «Ci sentiamo vicini al Capo dello Stato a cui esprimiamo gratitudine per lo sforzo che sta compiendo a difesa dei fondamentali principi e valori positivi che la Costituzione rappresenta per tutti i cittadini italiani», dice la federazione livornese del Partito democratico. «Con il suo rifiuto a emanare il Decreto Legge votato dal governo che vieta la sospensione dell’alimentazione a Eluana Englaro – prosegue il Pd – egli ha esercitato il suo diritto-dovere di garante della Costituzione a fronte di un provvedimento non giustificato da motivi di straordinaria necessità e urgenza come previsto dall’articolo 77 della Carta costituzionale». Il provvedimento del governo rappresenta «un tentativo di esercitare la sovranità popolare al di fuori dell’ambito e dei limiti imposti dalla Costituzione e una evidente volontà del grave tentativo di creare un conflitto tra i diversi poteri dello Stato e al principio della loro reciproca autonomia e prerogative istituzionali, per un interesse politico di parte». Nell’annunciare la loro adesione al presidio di oggi, Rifondazione comunista e Partito dei comunisti italiani chiamano «tutte le forze democratiche a rispondere con forza all’attacco che il governo e la destra stanno portando alla Costituzione repubblicana». Per Prc e Pdci è un «attacco pericolosissimo» che va «ben oltre il caso Englaro» e «prepara un ennesimo affondo autoritario, per attribuire al governo pieni poteri, contro una sentenza della magistratura già passata in giudicato sul caso Englaro e contro le prerogative della Presidenza della Repubblica. In queste ore è in gioco la democrazia del nostro paese: il governo tenta di riscrivere in modo unilaterale i poteri dei vari organi dello Stato». «Preoccupazione per il conflitto aperto dal governo Berlusconi con il presidente della Repubblica e per l’impudenza con la quale il presidente del consiglio calpesta i principi della Costituzione, annunciando di volerla cambiare qualora fosse di ostacolo ai suoi propositi» viene espressa dai direttivi provinciali di Anpi, Anppia e Anei. «Mai come ora – dicono le associazioni di partigiani, antifascisti e ex internati – è necessario esprimere il massimo di determinazione e unità per difendere la carta fondamentale della nostra convivenza democratica. L’Anpi, l’Anppia e l’Anei, nel nome di coloro che combatterono, anche al prezzo della propria vita, per conquistare la libertà, rivolgono un pressante appello a tutte le forze democratiche affinché superino le divisioni per respingere questo attacco senza precedenti ai principi fondamentali della Costituzione».

Be Sociable, Share!
Dalle città
Livorno
Attualità e stato dell’arte dell’Accordo di programma per lo sviluppo economico dell’Area costiera livornese
Parità di genere e contrasto alla violenza – tavola rotonda
Rosignano
Conferenza “Rosignano Domani”
Lavoro e questione sociale. I valori e le nuove sfide del centro sinistra. Venerdì 24 agosto incontro Cesare Damiano
Cecina
Festa de l’Unità a Cecina. 13 – 19 agosto 2018 La Cecinella
Bullismo e Cyberbullismo. La prevenzione a scuola. Giovedì 7 giugno alle 21 incontro al Palazzetto dei Congressi di Cecina
Collesalvetti
Festa de l’Unità a Collesalvetti. 17 – 26 agosto Palazzetto dello Sport
Festa de l’Unità di Colognole. 11 – 15 agosto. Il programma
Castagneto Carducci
AperiReferendum a Donoratico. Giovedì 1 dicembre alle ore 19
Le ragioni del Sì al Referendum Costituzionale. Giovedì 24 novembre dibattito pubblico a Donoratico
Bibbona
Il candidato Andrea Romano incontra la cittadinanza a Bibbona. Martedì 27 febbraio alle ore 10
Martedì 20 febbraio doppio appuntamento con Silvia Velo a Bibbona
Capraia
Primarie: chi, dove, come e quando
Primarie 25 novembre. I risultati dell’Isola di Capraia